VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Iscritti | Ricerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 FORUM VILLAGGIO MEDIEVALE
 GENERALE
 LA TAVERNA DI FRITTOLE
 Rosa araldica
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Stampa
Author Previous Topic Topic Next Topic  

SirGrid
Ospite

Italy
75 Posts

Posted - 12/09/2009 :  04:01:06  Show Profile
Sono intenzionato a creare uno stemma araldico "credibile" nell'età federiciana e sto cercando fonti storiche inerenti l'utilizzo in araldica della rosa. Sinora sono riuscito solamente a capire che venne utilizzata dopo il 1245 (anno di nascita, perciò ben dopo questo anno) da Edmondo il Gobbo, primo conte di Lancaster) o attorno al 1184 da Bernardo II di Lippe (se non ho tradotto male da wikipedia tedesco, a seguito della costituzione della città-stato di Lippstadt ed in onore, concesso dal Barbarossa, della figlia morta nella tempesta scatenatasi durante i festeggiamenti).
Ho "spulciato" l'Enciclopedia Araldico-Cavalleresca del Crollalanza ma non ho trovato alcun riferimento storico circa la rosa.
La blasonatura dello stemma sarebbe questa: d'azzurro alla rosa d'argento bottonata di rosso.
Qualche araldista mi sa dare una mano?

Bartolo
Amministratore

Italy
2917 Posts

Posted - 12/09/2009 :  12:05:17  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address
Per il poco che mi è dato sapere, l'emblema più classico di Federico II è l'aquila nera su campo oro.
Un bell'approfondimento (anche se off-topic per ciò che qui interessa), è il seguente:

GIANANTONIO TASSINARI - GUIDO IAMELE
Cenni sullo stemma della casa reale di Svevia (Hohenstaufen) di Federico II e della casa reale di Sicilia
http://www.stupormundi.it/stemmi.html

La rosa in età federiciana... Non essendo araldista, nè tantomeno ferrato nello studio del XII-XIII secolo, posso solamente dare il mio contributo in termini di documentabilità della rosa nel periodo che meglio conosco: il Quattrocento italiano.
Premesso quanto sopra, l'unico caso che personalmente sono in grado di citare con sicurezza è l'uso dell'impresa della ROSA QUADRIPETALA E QUADRISEPALA da parte dei Malatesti, Signori di Rimini, in particolare da Sigismondo Pandolfo (1417-1468) e Roberto (1440-1482).
I bassorielievi del Tempio Malatestiano (sia nella facciata che negli interni), sono letteralmente tempestati di questo simbolo, assieme al più celebre elefante.
La rosa è allo stesso modo presente nelle decorazioni maiolicate di Castel Sismondo (sempre a Rimini), in quelle lignee della cassa dotale di Isotta degli Atti c/o il Museo della Città (Isotta fu la terza sposa di Sigismondo), così come nel quadriportico del Palazzo Ducale di Camerino e in altri manufatti e monumenti che all'occorrenza posso citare.

Di seguito riporto i link (FLICKR) ad alcuni scatti di mia realizzazione, a supporto iconografico di quanto affermato:
http://www.flickr.com/photos/36602954@N04/sets/72157622345019664/

Per chi desiderasse approfondire la poliedrica simboligia connessa alla rosa malatestiana, consiglio un'interessante monografia di agevole lettura:
ENNIO LAZZARINI, La Rosa a Rimini. Ipotesi di studio, collana "VICUS. Testi e documenti di storia locale. 9", Società Editrice "Il Ponte Vecchio", Cesena, 1995

Sulla simbologia della rosa dei Lancaster, invece, segnalo una discussione già attiva:
http://www.villaggiomedievale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=89&whichpage=1

Per ricevere supporto da araldisti di indubbia competenza, consiglio lo IAGI (Istituto Araldico Genealogico Italiano): http://www.iagi.info/


Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Stampa
Vai A:
VILLAGGIO MEDIEVALE © VILLAGGIO MEDIEVALE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Forum Medioevo , Arte e Architettura Medievale, Ricostruzione Storica, Medioevo Italiano, Araldica Medievale, Turismo medievale