VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Iscritti | Ricerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 FORUM VILLAGGIO MEDIEVALE
 ALIMENTAZIONE E CUCINA NEL MEDIOEVO
 ALIMENTI E BEVANDE
 La polenta nel XIV secolo
 Nuova Discussione  Rispondi
 Stampa
Author Previous Topic Topic Next Topic  

darkan
Nuovo Abitante

Italy
178 Posts

Posted - 30/03/2009 :  15:48:09  Show Profile  Reply with Quote
salve a tutti...vorrei chiedere una cosa a chi di sicuro in materia ne sa più di me...nel 1300 la polenta si faceva???
non intendo la polenta gialla, ma quella bianca...chi mi sa dare una risposta???

carla
Amministratore

2197 Posts

Posted - 30/03/2009 :  16:06:22  Show Profile  Visit carla's Homepage  Reply with Quote
migliacci... mi vengono in mente dele sorte di polente di miglio...
appena ho la biblioteca sotto mano spulcio...
Go to Top of Page

enionline
Forum Admin

Italy
1183 Posts

Posted - 30/03/2009 :  18:10:45  Show Profile  Visit enionline's Homepage  Click to see enionline's MSN Messenger address  Reply with Quote
Nel '300 quando, primo trecento , metà , fine ?
Nel '300 dove ?
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2946 Posts

Posted - 30/03/2009 :  18:41:13  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
Mi associo all'invito di Enionline circa l'esigenza di circostanziare meglio la domanda: il XIV secolo copre 100 anni e le zone geografiche influenzano direttamente il tipo di alimentazione.
Aggiungerei anche che è fondamentale conoscere il tipo di estrazione sociale delle persone per le quali desideri documentarti (contado, media borghesia oppure alta borghesia/nobiltà?).

NOTA: ho rinominato il titolo del post da "cosa si mangiava normalmente nel 300???" (tra l'altro un po' troppo generico) a "La polenta nel XIV secolo".
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3080 Posts

Posted - 30/03/2009 :  19:44:21  Show Profile  Reply with Quote
correlanda

Polenta
http://www.villaggiomedievale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=817

BV
Go to Top of Page

Anna
Ospite

Italy
57 Posts

Posted - 30/03/2009 :  21:35:52  Show Profile  Reply with Quote
quote:
Originally posted by darkan

salve a tutti...vorrei chiedere una cosa a chi di sicuro in materia ne sa più di me...nel 1300 la polenta si faceva???
non intendo la polenta gialla, ma quella bianca...chi mi sa dare una risposta???


Se intendi la polenta bianca tipica del Veneto direi di no in quanto si tratta sempre di farina di mais.
Go to Top of Page

darkan
Nuovo Abitante

Italy
178 Posts

Posted - 31/03/2009 :  16:01:36  Show Profile  Reply with Quote
intendo inizi del 1300 come periodo storico
mi scuso della gaf...(del mais che si usa per fare la polenta bianca)
l'estrazione sociale è un accampamento militare del 1300 e la zona geografica è la germania del nord, l'area di influenza dei cavalieri teutonici
grazie
Go to Top of Page

carla
Amministratore

2197 Posts

Posted - 31/03/2009 :  16:07:27  Show Profile  Visit carla's Homepage  Reply with Quote
il testo è della metà del '300 circa. Ti passo direttamente il link, perché tentare di individuare in esso una risposta alla tua domanda è fuori dalla mia portata (con evidente somma rabbia... sgrunt... non essere poLliglotta...!!)

http://www.koch-welten.de/Lexdasbuchvonguterspeise.htm
Go to Top of Page

darkan
Nuovo Abitante

Italy
178 Posts

Posted - 31/03/2009 :  19:22:57  Show Profile  Reply with Quote
grazie mille!!!
fortunatamente ho la cara mamma altamente poliglotta in questo caso!!! W LA SVIZZERA!!!
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2946 Posts

Posted - 31/03/2009 :  21:51:25  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
quote:
Originally posted by darkan

grazie mille!!!
fortunatamente ho la cara mamma altamente poliglotta in questo caso!!! W LA SVIZZERA!!!



Allora ti chiederei un favore, se non ti è troppo di disturbo
Con l'aiuto di tua madre, potresti cortesemente tornare qui sul forum e riferirci il contenuto del documento che ha indicato la nostra Carla? Qui nessuno, a parte Il Buon Templare, parla tedesco
Go to Top of Page

darkan
Nuovo Abitante

Italy
178 Posts

Posted - 31/03/2009 :  23:26:10  Show Profile  Reply with Quote
allora...a breve vi posto una traduzione...il tempo di tradurla a tempo perso
la traduzione è un pò difficile in quanto il tedesco è di un tipo molto arcaico a brave ve lo posto tradotto
Go to Top of Page

darkan
Nuovo Abitante

Italy
178 Posts

Posted - 31/03/2009 :  23:28:11  Show Profile  Reply with Quote
comunque il testo tratta di ricette per lo più di dolci da quelle quattro che ho avuto tempo di leggere
appena lo esamino un pò più a fondo vi so dire meglio
Go to Top of Page

carla
Amministratore

2197 Posts

Posted - 01/04/2009 :  09:20:07  Show Profile  Visit carla's Homepage  Reply with Quote
Sorry, ieri ero di corsa. Si tratta della trascrizione (in verità non so capire a che livello, cioè chi l'ha curata e quanto sia precisa, del

Das Buch von guter Speise
(Das Buch von guter Spise)

un manuale di cucina del XIV secolo di area tedesca, piuttosto poco noto per gli evidenti problemi di lingua. Tendenzialmente contiene un repertorio di ricette in parte confrontabile con gli altri testi dell'epoca, dal gruppo dei "12 ghiotti" sino al Form of Cury anglosassone, a riprova dell'esistenza, almeno a questo livello, di una koinè gastronomico-culturale estesa ormai a tutta l'Europa. Chiaro che un testo scritto:

a) rappresenta ricette per persone che sanno leggere, quindi è più un esercizio - dicono - di "collezionismo erudito" che un vero manuale che il cuoco teneva in cucina; si tratta comunque di roba che nasce in ambienti aristocratici o altoborghesi, e rappresenta quindi una cucina anche complessa, tipica dei "pranzi dei ricchi".
Al contempo però, almeno nelle raccolte italiane, in quella inglese ed in una analoga catalana, alle quali riesco ad accedere, coesistono ricette semplici, "di base" e sicuramente che rispecchiano una cucina "popolare" o comunque quotidiana (tipo il nucleo di ricette su come lessare le verdure); e ricette marcatamente locali, che riflettono quello che è il segnale più peculiare delle varie aree, probabilmente legato strettamente a disponibilità di mercato e tradizioni. Chiaro che il testo catalano fa polenta con la semola del triticum durum perché in area mediterranea è il cereale favorevole, mentre mi aspetterei che in tedeschia si usino altri grani più centroeuropei - tipo la spelta - in accordo con quanto risulta dagli studi sull'agricoltura. Per cui, in questo spazio, probabilmente, si possono cercare gli elementi - o almeno alcuni - caratterizzanti le "cucine locali".

2) nel momento in cui qualcuno raccoglie e scrive delle ricette, di fatto cristallizza una tradizione orale che continua a tramandarsi, e ci lascia quindi un'istantanea di un qualcosa "in corso d'opera" e che probabilmente si è stabilizzato già da decenni se non secoli. In questo senso sarebbe molto interessante il confronto puntuale di questa fonte con le altre coeve, per vedere differenze, similitudini e mutazioni all'interno di ricette "grossomodo" uguali, e tentare di ricavare delle deduzioni sull'evoluzione e i tempi di sviluppo dei vari "strati" che il ricetttario stesso rappresenta. Purtroppo però qui sono tagliata fuori dalla lingua... sgrunt...
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Stampa
Vai A:
VILLAGGIO MEDIEVALE © VILLAGGIO MEDIEVALE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Forum Medioevo , Arte e Architettura Medievale, Ricostruzione Storica, Medioevo Italiano, Araldica Medievale, Turismo medievale