VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Iscritti | Ricerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 FORUM VILLAGGIO MEDIEVALE
 SCRITTURA E MINIATURA
 SCRITTURA E MINIATURA
 06 - Scriptorium di Bevagna
 Forum Bloccato
 Stampa
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

Jorge da Burgos
Nuovo Abitante

213 Posts

Posted - 27/08/2006 :  19:26:02  Show Profile
Un saluto a tutti, volevo chiedere se qualcuno di voi ha mai visitato in occasione del Mercato delle Gaite che si tiene a Bevagna(PG) la ricostruzione a dir loro molto accurato di uno scriptorium medievale funzionante.
A quanto pare non si tratta di una rievocazione fatta per stupire i turist,ma di un vero e proprio scrptorium in cui frati benedettini lavorano costantemente,autoproducono le pergamene e miniano i codici.
Mi sembra che abbiano gia' creato una copia de Le Favole di Esopo.
A chi di voi ci sia stato volevo chiedere se realmente lo scriptorium e' in funzione tutto l'anno e se sia possibile visitarlo anche fuori dall'evento del Mercato.
Ho gia' posto la domanda tempo fa ai curatori del sito del comune di Bevagna, ma non ho ottenuto risposta purtroppo.
Vi ringrazio per la vostra gentilezza e di nuovo un saluto.

Claudio

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 27/08/2006 :  21:40:24  Show Profile
responsio ..dni..dni.. Jorge da Burgos,

ottimo, mi cogli impreparato (la qual cosa non è difficile): ho visitato Bevagna, ma non in occasione delle Gaite.

Dalle poche fonti iconografiche pubblicate (ad esempio cfr. A. Barlucchi, Il mercato delle Gaite, in «Medioevo» 6(77)2003, p 72, e il sito della Gaita di San Pietro http://www.ilmercatodellegaite.it/html/gaite_pietro_mestieri.php) sembra (sottolineato voluto) vi sia una certa accuratezza, in particolare la postposizione della applicazione della foglia d'oro dopo la scrittura del testo e prima della realizzazione della miniatura; peccato che la foto del sopracitato articolo di Barlucchi dimostri utilizzato un brunitoio di chiara fattura moderna, ma in sé non è elemento necessario e sufficiente ad una valutazione complessiva.
Buona, sempre nella stessa immagine, la riproduzione del codice (sempre che non sia un fac-simile): di solito si tende a non comprendere e conseguentemente omettere le abbreviazioni nella scrittura.
Disgraziatamente la fotografia allegata al sito di cui sopra è datata ed ha una risoluzione pessima: difficile pronunciarsi.

Naturalmente, su tu avessi materiale iconografico migliore sarei lieto di visionarlo e commentarlo seco te.

(Postilla: di solito faccio confusione, ma dalle immagini sembra trattarsi della rappresentazione di fratri dell'Ordo Predicatorum - domini canes - non di monaci benedettini).

BV
(SM) ego laurentius scripsi & ssipsi
Go to Top of Page

Jorge da Burgos
Nuovo Abitante

213 Posts

Posted - 27/08/2006 :  23:04:44  Show Profile
Hai ragione,sono domenicani.
Ammirevole comunque il fatto che si siano presi carico di un tale impegno,uno scriptorium autosufficiente come da tradizione monastica.
Anche se per gli inchiostri si rivolgono allo speziale.
Ah,dimenticavo,a Bevagna fanno anche dell'ottima carta bambagina,gli stracci di cotone vengono tuttora pestati da magli idraulici di un mulino ad acqua ricostruito alla perfezione.
E la carta e' persino in vendita.
Resta da capire quanto tutto cio' sia ad uso turistico e quanto no,
finito il Mercato i monaci abbandonano cartapecora e calami fino al'anno dopo o continuano?
Aspetto ancora risposta dagli organizzatori,per sapere se devo aspettare fino al prossimo giugno.

Claudio
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 28/08/2006 :  06:53:15  Show Profile
Venerabile Jorge
intanto mi correggo (ahi! la carenza da vino): l'intitulatio è ovviamente ..dno..dno.. e non ..dni..dni..;

confido anch'io in una peregrinatio per il prossimo giugno (e quanto a dir qual'era è cosa dura essendo appena terminate le ferie).

Sulla continuità della attività dello scriptorium riflettevo nottetempo: bisognerebbe sapere quanti copisti sono attivi, conoscere la loro "rapidità" grafica (4-5 carte/die come tra i migliori copisti del tardo medioevo?), indi tentare un calcolo sulla base della "lunghezza" dei testi realizzati (Esopo).

Dalle recensioni reperite in rete non si evince gran cosa sulla "filologicità" delle tecniche: non basta dire che si usano inchiostri secondo ricette dell'epoca, tuttavia il fatto che abbiano ricostruito una cartiera con magli a pile prometterebbe bene sulla serietà dell'impresa.

Forse ho un contatto con un fortunato titolare di "fondaco" in quel di Bevagna: proverò a contattarlo al fine di estorcere le attese e desiderate informazioni.

Notula marginale: per caso ti occupi di scrittura in qualità di copista/amanuense?

BV
(SM) ego laurentius scripsi & ssipsi
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 28/08/2006 :  09:12:37  Show Profile
postilla
quote:
Notula marginale: per caso ti occupi di scrittura in qualità di copista/amanuense?


ecco, magari dovrei leggere PRIMA le presentazioni ...

Venerabile Jorge, chiedo venia

BV
Go to Top of Page

Bruno Chionetti
Abitante

Italy
520 Posts

Posted - 28/08/2006 :  12:00:08  Show Profile  Visit Bruno Chionetti's Homepage
Ciao,
sono passato a Bevagna qualche giorno prima che partisse la festa, alcune botteghe erano in allestimento e ho curiosato un pò. Quella della carta è molto ben attrezzata e preparata, ma ammettono il compromesso, per il periodo che affrontano loro, anche se vago, (fine 200 primi 300) la carta dovrebbe essere fatta esclusivamente con stracci di lino e non di cotone. Ne ho visto alcuni campioni, e dopo aver visto gli splendidi esemplari originali conservati al museo della carta di Fabriano, mi è parsa ruvida e dall'aspetto assorbente quindi probabilmente non ben collata.

Consiglio vivamente la bottega dello speziale, molto ben attrezzato e preparato e quella delle candele, anche se per ragioni commerciali le candele vengono fatte solo a tortiglione (forma documentabile solo in ceri ecclesiatici di grande dimensione) e per avere qualche candela normale da lanterna ho dovuto fargli tirare fuori gli scarti, per altro acquistati in blocco a prezzo irrisorio visto il costo del materiale e la paziente lavorazione.

Erano in programma anche attività collaterali, tra cui quella del vetraio che purtroppo non ho potuto vedere, sarebbe importantissimo per i ricostruttori sapere cosa siano in grado di produrre, vista la diffusione del vetro sulle tavole dell'epoca e la quasi totale assenza su quelle di ricostruzione o presente con pezzi di scarsa qualità.
Alcuni mi hanno detto che avrebbero intenzione di continuare le attività anche al di fuori della festa, occorrerebbe dunque contattare qualcuno sul posto per avere maggiori informazioni.
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 28/08/2006 :  13:16:24  Show Profile
in occasione della rievocazione della battaglia di Pavia (2-3 settembre) dovrei riuscire ad incontrare il mio contatto con Bevagna: mi ha promesso un collegamento con il referente della gaita di San Pietro (quello dello scriptorium di cui chiedeva lumi il Venerabile Jorge).
Se la cosa si realizzerà, informerò.

BV
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 05/09/2006 :  18:17:52  Show Profile
questo quanto sono riuscito a sapere sullo scriptorium della gaita di San Pietro in Bevagna:
1) lo scriptorium è aperto solo per il mercato e nel mese di aprile - maggio per la fiera di primavera (29/04 - 01/05)
2) no, i copisti non praticano per l'intero corso dell'anno: non sono professionisti (ma ciò non toglie nulla alla potenziale bravura)
3) unico riferimento da me ottenuto quanto a materiale in rete è http://www.ilmercatodellegaite.it (nella galleria fotografica solo due immagini dello scriptorium).

Mi dolgo per la pochezza della informazione.

BV
(SM) ego laurentius scripsi & ssipsi
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 10/10/2006 :  11:39:01  Show Profile
sempre che il venerabile Jorge sia interessato: le botteghe delle Gaite di Bevagna apriranno dal 29/10 al 01/11, vedi http://www.ilmercatodellegaite.it/html/articolo.php?id=34

BV
Go to Top of Page

MadonnaFrancesca
Nuovo Abitante

San Marino
162 Posts

Posted - 22/02/2007 :  01:06:43  Show Profile  Visit MadonnaFrancesca's Homepage
Mi piacerebbe riprendere questo topic che ho notato solo ora.

Recentemente, infatti, il mio correlatore (docente di Storia Medievale presso l'Università di Bologna) mi ha consigliato di visitare il mercato delle Gaite proprio in base al valore del suo Scriptorium e della sua spezieria.

In particolare, mi ha spiegato che lui ed un suo collega sono soliti avere il ruolo di "giudici" all'interno di questa manifestazione ed al riguardo mi ha fornito un contatto per ricevere maggiori informazioni (eventualmente, in futuro, provvederò a comunicare).

Per il momento mi piacerebbe "sentire" le opinioni di chi ha visitato questa "festa", che mi trova molto curiosa.

Grazie!
Go to Top of Page

MadonnaFrancesca
Nuovo Abitante

San Marino
162 Posts

Posted - 04/06/2007 :  15:35:33  Show Profile  Visit MadonnaFrancesca's Homepage
Vorrei chiedere se qualcuno pensava di andare quest'anno.
Io credo di esserci per il fine settimana del 24 giugno.
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3074 Posts

Posted - 07/10/2007 :  22:53:50  Show Profile
Pensarci prima

http://www.youtube.com/watch?v=L1omuIiUwhc

(a prescindere dai volgarizzamenti)
Go to Top of Page

Jorge da Burgos
Nuovo Abitante

213 Posts

Posted - 08/10/2007 :  15:14:20  Show Profile
Un po' troppo finto entusiasmo nei due intervistatori ma il filmato e' veramente interessante, peccato che finito il periodo del mercato lo scriptorium chiuda baracca e burattini,se lavorassero a tempo pieno sarei gia' in viaggio per farmi assumere

Edited by - Jorge da Burgos on 08/10/2007 15:50:05
Go to Top of Page

mario
Ospite

Italy
33 Posts

Posted - 22/05/2009 :  13:53:26  Show Profile
Mi sono recato recentemente in zona e ne ho approfittato per poter fare un giro a Bevagna nella speranza di vedere lo Sciptorium e mi hanno rimandato alla settimana delle Gaite.
Ne ho approfittao per fare un giro, in incognito, alla "cartiera".
L'esperienza di "Mastro Cecco" maturata al Museo di Fabriano e le lezioni di "Ferruccio" ( ultimo "Lavorente" storico delle cartiere fabrianesi) mostrano egregi risultati con una ricostruzione di buon livello,sorvolando sulla circostanza, comprensibile, vista la difficoltà di avere dei locali ad hoc, che la "Pila a magli multipli" è trascinata da acqua mossa da una pompa.
Pur tuttavia, mi sono apparsi diversi particolari che mi permetto di segnalare con la speranza che possano esser migliorati, visto l'obiettivo di una ricostruzione che si ripropone di esser fedele
I magli battono con ciclo 1, 2 e 3, mentre le più efficaci batterie impiegavano il ciclo 1 ( il più grande), 3 e 2 ( più piccoli) per avere un miglior rendimento.
Sulle testate dei magli mancavano le batterie di barre o di teste chiodate ( le prime a tagliare, le ultime a rifinire) il che fà sospettare ad un impasto non preparato completamente in loco.
I "casci" o "cassi" delle "forme" sono realizzati con tagli a 45° come fossero moderne cornici di quadri, mentre nella tradizione erano a 90° e fissati con chiodi in legno.
La massa fibrosa nel Tino era tenuta in sospensione da un agitatore meccanico tipo "fuoribordo di canotto".
Il bagno di gelatina era in un vassoio metallico da forno.
Il sistema di stendaggio della carta collata a modello " asciugabiancheria" comprensivo di mollette da bucato.

Oltre al buon livello d'insieme della ricostruzione, ho trovato estrema disponibilità e cortesia da parte di Mastro Cecco..il chè è sempre il più gradito degli aspetti.
..con il desiderio di tornare ad apprezzare lo Scriptorium all'opera nel prossimo giugno.



Edited by - mario on 22/05/2009 14:01:41
Go to Top of Page

mastro pietro bevagna
Visitatore

Italy
1 Posts

Posted - 31/05/2013 :  15:26:33  Show Profile
Salve a tutti esperti e studiosi di questa meravigliosa arte. Vengo da Bevagna e vi informo con estremo piacere che proprio questa estate, all'interno della manifestazione del mercato delle gaite, ritornerà in funzione il suggestivo lavoro all'interno dello scriptorium,ma con varianti che lo renderanno ancora piu grande, come la nascita di una nuova stanza che comprende il laboratorio dei colori vegetali e minerali. Sono io il coordinatore delle attività ed ho un mese di tempo per chiarire dubbi e alcune necessità che mi occorrono durante la ricostruzione. Noto con ammirazione che siete persone coltissime e ricchi di nozioni e credo che siate in grado di rispondere ai miei quesiti. Ho bisogno di strette collaborazioni su varie tecniche di colori e vari oggetti inseriti all'interno di questo scriptorium del 1301. In attesa di conferme vi auguro una buona giornata.
Go to Top of Page

Arwen
Visitatore

6 Posts

Posted - 01/06/2013 :  16:36:15  Show Profile
Buongiorno
l'argomento affascina ed interessa anche me; sto raccogliendo antiche ricette per la preparazione degli inchiostri e anche se attualmente ne ho sperimentato personalmente soltanto uno, non medievale ma preparato secondo una ricetta di De Mayerne del Seicento (inchiostro rosato al legno di Pernambuco), vorrei cimentarmi anche nella preparazione di inchiostri rinascimentali o medievali.
Spero che il confronto su questo tema desti ancora interesse.
Un caro saluto a tutti
Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 Forum Bloccato
 Stampa
Vai A:
VILLAGGIO MEDIEVALE © VILLAGGIO MEDIEVALE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Forum Medioevo , Arte e Architettura Medievale, Ricostruzione Storica, Medioevo Italiano, Araldica Medievale, Turismo medievale