VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Iscritti | Ricerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 FORUM VILLAGGIO MEDIEVALE
 ARTE, ARCHITETTURA E LETTERATURA
 ARTE E ARCHITETTURA
 Case a graticcio [indice 06.0]
 Nuova Discussione  Rispondi
 Stampa
Next Page
Author  Topic Next Topic
Page: of 2

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 16/07/2007 :  10:54:55  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
Chiedo ai dottori in architettura se hanno mai avuto modo di approfondire le tecniche e i materiali costruttivi delle c.d. "case a graticcio", le quali hanno avuto una diffusione enorme lungo tutto il medioevo, fino a giungere al 1600 inoltrato.
Ecco alcuni edifici, ovviamente restaurati, del XV-XVI secolo (le foto sono state da me scattate a Provins, Francia):





A parte la Francia, anche Inghilterra e Germania ne sono piene e anche il resto dell'Europa occidentale non fa eccezione (specie al Nord). Si trattava dunque di uno stilema molto ricorrente, poco incline alle varianti imposte dal gusto locale (mi verrebbe da tirar fuori l'aggettivo "pan-europeo"). Mi chiedo: c'è un motivo particolare per tanta "standardizzazione"?

Sarebbe interessante, inoltre, sapere a quali anni risalgono i primi esempi noti (sopravvissuti o meno) e se lo schema architettonico del graticcio era utilizzato solo da una certa fascia sociale o indifferentemente da tutte.

Janus
Abitante Anziano

Italy
1195 Posts

Posted - 16/07/2007 :  12:58:30  Show Profile  Visit Janus's Homepage  Click to see Janus's MSN Messenger address  Reply with Quote
Ciao Bartolo!

Allora ... sì, mi é capitato di "incrociare" le case a graticcio un paio di anni fa, quando su un forum francese un amico mi aveva chiesto dei consigli su come costruire ex-novo una casa medievale il più possibile "filologica" ...

Eccoti un po' di fonti:
http://en.wikipedia.org/wiki/Timber_framing
http://fr.wikipedia.org/wiki/Maison_%C3%A0_colombage
http://fr.wikipedia.org/wiki/Maison_%C3%A0_colombage

... ed un po' di belle foto:
http://photos.linternaute.com/colombages/1/

Le case a graticcio sono vecchie come il mondo (qualcuno dice che esistevano già nella preistoria) anche se sono attestate con certezza solo a partire dall'età romana. Oltretutto, la tecnica non é solo europea: si costruiva così anche nell'antico Giappone! Ma é col medioevo (la più antica tuttora esistente si trova in Francia e risale al XII secolo) che l'utilizzo diventa sistematico. Da quel momento, questa tecnica non ha praticamente mai smesso di essere utilizzata ... fino ad oggi!

Di che cosa si tratta? Come potete vedere dalle foto, l'edificio ha una struttura portante di travi e pilastri in legno ("controventati" diagonalmente per consolidare la struttura) all'interno della quale veniva applicato un riempimento in mattoni, malta, argilla o simili.
Sovente questo tamponamento veniva nascosto così da far assumere all'edificio il caratteristico effetto bicolore bianco-nero.

Altre caratteristiche erano: fondamenta in pietra (per evitare l'umidità di risalita) e primo piano lievemente sporgente rispetto a quello sottostante (come nella tua foto ...)


quote:
Si trattava dunque di uno stilema molto ricorrente, poco incline alle varianti imposte dal gusto locale (mi verrebbe da tirar fuori l'aggettivo "pan-europeo"). Mi chiedo: c'è un motivo particolare per tanta "standardizzazione"?

Posso solo fare delle ipotesi ed affidarmi al buon senso: se uno stilema é così diffuso, ciò vuol dire semplicemente che é la più semplice soluzione, la più adatta per quell'ambiente!
Direi che questa tipologia é adatta per quei luoghi con poca pietra (o troppo friabile, o troppo piccola) in cui non era possibile beneficiare di questo materiale in maniera più estesa.
Se non c'é la pietra, o usi i mattoni, o il legno oppure "il fango" (le cosiddette case in terra battuta). I mattoni sono un'ottima soluzione ma se la loro qualità é scadente (e magari nell'alto medioevo lo era) rischi di veder comparire grosse crepe in pochi anni.
Peggio ancora con le case in terra battuta, ovviamente ...
Quelle in legno, invece, non hanno questo genere di problemi ma sono molto meno isolate termicamente: assobono molto di più il freddo ed il caldo!

Serviva quindi una soluzione di compromesso: uno scheletro portante di travi e pilastri in legno (che stabilizzasse la struttura) e poi un tamponamento in laterizio o argilla come isolante termico!
Anche le fondamenta in pietra hanno una spiegazione logica: se il "telaio" in legno fosse arrivato a toccare direttamente il terreno, prima o poi si sarebbe "gonfiato d'acqua" assorbendo l'umidità della terra. Poggiando il legno sulle pietre, evitavi questo problema!
Riassumendo, una soluzione molto diffusa perché ... molto semplice e molto efficace!


quote:
se lo schema architettonico del graticcio era utilizzato solo da una certa fascia sociale o indifferentemente da tutte.

Difficile dire ... per i castelli era sicuramente preferibile la pietra per ovvi motivi, riguardo le residenze civili ... FORSE non c'era questa grande differenza "strutturale": probabilmente combiavano le finiture e le decorazioni esterne (orpelli ed abbellimenti vari).
Non ne sono certo però! Bisognerebbe averne viste di più "dal vivo"!
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 16/07/2007 :  18:24:09  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
Ti ringrazio molto per le spiegazioni Janus, sei sempre molto esauriente e rapido. Ti faccio un'altra domanda: in Italia, sapresti citare città e paesi che ancora conservano case a graticcio? Tralasciando l'Alto Adige, che ne è notoriamente ricca
Go to Top of Page

Janus
Abitante Anziano

Italy
1195 Posts

Posted - 16/07/2007 :  20:04:54  Show Profile  Visit Janus's Homepage  Click to see Janus's MSN Messenger address  Reply with Quote
Io non ne ho mai viste ma ... da breve ricerca in internet sembrerebbe esserci qualche raro esempio lungo l'arco alpino: PARE ce ne fossero nel centro storico di Udine e PARE che ce ne siano tuttora in Valsesia (Piemonte):
http://www.valsesia.it/arteeartigianato/sentieridarte3.htm

Vi segnalo due curiosità ...

Questa é Swakopmund ...




... mentre questa é Blumenau...




Cosa c'é di strano?? Controllate dove si trovano queste due città e poi lo capirete!!!
Go to Top of Page

MarcoV
Nuovo Abitante

217 Posts

Posted - 16/07/2007 :  22:16:49  Show Profile  Visit MarcoV's Homepage  Reply with Quote
Se ne trovano in abbondanza a Sauris, in Carnia...
Si tratta, invero, di una enclave di lingua tedesca in territorio italiano, isolata nelle Alpi e oggi divenuta una nota località turistica, famosa oltretutto per i salami...
Go to Top of Page

carla
Amministratore

2197 Posts

Posted - 17/07/2007 :  09:17:58  Show Profile  Visit carla's Homepage  Reply with Quote
Quando torno da Urbino razzolo in archivio, ho memoria di avere fotografato strutture del genere in particolare la tecnica costruttiva in corrispondenza di ampie "sbrecciature" del "muro" ma non riesco a ricordare dove e quando...
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 17/07/2007 :  10:03:05  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
Carla, tu che abiti nella zona del milanese: hai mai notato che sulla Valassina, venendo da Como in direzione Sesto S. Giovanni, c'è una casa a graticcio in un campo, in palese stato di abbandono?
E' incredibile che strutture del genere, che mi state dando conferma essere rare in Italia, vengano lasciate andare così...
Go to Top of Page

carla
Amministratore

2197 Posts

Posted - 17/07/2007 :  11:45:42  Show Profile  Visit carla's Homepage  Reply with Quote
Verificherò con maccina fotografica, grazie. Quel settore di Milano per me è "hic sunt leones", quindi le rare volte che lo percorro sono troppo concentrata sulla guida per guardarmi attorno
Go to Top of Page

Janus
Abitante Anziano

Italy
1195 Posts

Posted - 17/07/2007 :  12:27:21  Show Profile  Visit Janus's Homepage  Click to see Janus's MSN Messenger address  Reply with Quote
Purtroppo é una cosa piuttosto frequente ... fosse solo per le case, la stessa cosa succede per castelli e chiese sconsacrate!
Quando vado in giro per l'appenino ligure a volte mi si stringe il cuore: é come se nelle orecchie sentissi il lento sgretolarsi delle ultime tracce del nostro passato ...
Sembra di essere in un cimitero: da una volta all'altra spariscono pezzi di storia cui non solo eri affezionato, ma che avrebbero potuto essere utili alle ricerche ed agli studi delle generazioni future ...

Una tristezza ...
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3080 Posts

Posted - 18/07/2007 :  07:15:59  Show Profile  Reply with Quote
quote:
Originally posted by Bartolo
sulla Valassina, venendo da Como in direzione Sesto S. Giovanni, c'è una casa a graticcio in un campo, in palese stato di abbandono?



La ricordo dalla mia infanzia, poi non ci ho fatto più caso.
Credo fosse un allevamento di polli (!)
Dubito vi sia (fosse) qualcosa di storico, piuttosto la riproposizione di uno stile, tipo chalet di montagna in riva al mare.

BV
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 18/07/2007 :  10:32:59  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
quote:
Originally posted by ScriptaVana

quote:
Originally posted by Bartolo
sulla Valassina, venendo da Como in direzione Sesto S. Giovanni, c'è una casa a graticcio in un campo, in palese stato di abbandono?



La ricordo dalla mia infanzia, poi non ci ho fatto più caso.
Credo fosse un allevamento di polli (!)
Dubito vi sia (fosse) qualcosa di storico, piuttosto la riproposizione di uno stile, tipo chalet di montagna in riva al mare.

BV



Ah vedi vedi, qualcuno che l'ha notata c'è
In effetti non ho potuto mai osservarla bene da vicino (dalla macchina in corsa è dura) e non essendo un esperto di architettura non potrei dare giudizi sulla autenticità. Ben potrebbe essere il frutto di una mera ispirazione al graticcio, senza alcun fondamento storico, questo è sicuro. Fatto sta che mi ha sempre colpito: una costruzione come quella, ben visibile dalla statale, tutta "sola" in un piccolo campo è comunque suggestiva.

Per Janus
I controventamenti (spero si dica così) di che legno erano fatti? L'intelaiatura veniva costruita prima per intero e poi il riempimento avveniva in un momento successivo, oppure si procedeva per gradi e in alternanza dei due? Da profano sarei portato a credere che alcuni tipi di legno fossero più adatti di altri. Es: la quercia tende a creparsi longitudinalmente, quindi non la vedrei adatta; non così il pioppo o il faggio. Erano riflessioni usuali anche per l'epoca immagino... O sbaglio?
Go to Top of Page

Janus
Abitante Anziano

Italy
1195 Posts

Posted - 18/07/2007 :  12:18:23  Show Profile  Visit Janus's Homepage  Click to see Janus's MSN Messenger address  Reply with Quote
Le controventature (hai sbagliato di poco! ) erano probabilmente dello stesso legno di travi e pilastri: si preferiva (se era reperibile) quello di quercia, perché (così dice Wikipedia in francese) più solido e resistente ...

Il tuo ragionamento circa i difetti della quercia in effetti é pertinente: ci ho dovuto pensare un po' per trovare una spiegazione (almeno ... spero di averla trovata! )

E' un po' complicato, perché sono nozioni di Statica (spero di non essere troppo arrugginito!) ma provo a spiegarmi ...

Se la casa fosse tutta di legno, il problema delle crepe longitudinali sul legno di quercia sarebbe più grave, perché risulterebbe ingigantito ed amplificato dall'utilizzo esteso del materiale.
In pratica, se qualcosa si deforma, costringe alla deformazione altri pezzi di legno vicini!

Serve quindi una "pasta" che faccia da legante: ecco quindi un'altra funzione (oltre a quella dell'isolamento termico) da attribuire ai tamponamenti in mattoni ed argilla ... fungere da "collante" tra i vari pezzi di legno così da trasformare quell'incastro di travi e pilastri in un agglomerato compatto e solido!

Pensandoci, potrebbe essere lo stesso principio del cemento armato:

- il cemento é molto resistente a compressione (schiacciamento) ma tende a fare grosse crepe se deformato lungo i fianchi (pensatelo come un gessetto: lo rompo più facilmente se lo spezzo schiacciando a metà della sua lunghezza piuttosto che se lo schiaccio solo dai due estremi)

- l'acciaio invece é il contrario: reagisce benissimo agli spanciamenti (é più elastico) ma non ha la stessa capacita di resistere alle compressioni.

Messi insieme (cemento + acciao) i due materiali "lavorano" insieme é si compensano a vicenda ...

Forse é così anche per le case a graticcio:

- il legno ha funzione portante, però tende a scheggiarsi e spanciarsi.

- per evitare questo inconveniente, viene "irrigidito" con le controventature e con un telaio ligneo "secondario" più fitto. Come ulteriore irrigidimento e compattamento, come "legante" a stabilizzare il tutto ... i mattoni e l'argilla!

quote:
L'intelaiatura veniva costruita prima per intero e poi il riempimento avveniva in un momento successivo, oppure si procedeva per gradi e in alternanza dei due?

Prima si costruiva lo scheletro portante in legno, come puoi vedere dalla foto qui sotto, e poi da quel che ho capito si completava con controventi, travi secondarie ecc. Una volta finito lo scheletro ligneo, si cominciava il tamponamento in mattoni e/o argilla!



P.S. per la cronaca, i due esempi "strani" che ho segnalato un paio di giorni fa erano rispettivamente della Namibia (ex colonia tedesca, vicino al Sudafrica)e del Brasile (enclave di immigrati tedeschi)
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 19/07/2007 :  15:49:15  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
Grazie mille, ora mi è tutto più chiaro, anche per il discorso CONTROVENTATURE (imparato una parola nuova...)
Incredibile, poi, constatatare come i frutti del colonialismo si manifestino anche nella presenza di case a graticcio in paesi di per sè totalmente avulsi dalla cultura di stampo europeo!!
Go to Top of Page

darkan
Nuovo Abitante

Italy
178 Posts

Posted - 17/07/2009 :  00:30:26  Show Profile  Reply with Quote
il centro strorico di Orleans in Francia è interamente costruito con questa tecnica
Go to Top of Page

funny68
Ospite

Italy
32 Posts

Posted - 17/07/2009 :  09:18:39  Show Profile  Reply with Quote
Salve a tutti
m'intrometto in questo topic per farvi presente che anche nell'attuale turchia esistono moltissime case costruite con questo sistema.
Nel mio prossimo viaggio a Bursa provvederò a postarvi una serie di foto.

Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 17/07/2009 :  11:58:45  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
quote:
Originally posted by funny68

Salve a tutti
m'intrometto in questo topic per farvi presente che anche nell'attuale turchia esistono moltissime case costruite con questo sistema.
Nel mio prossimo viaggio a Bursa provvederò a postarvi una serie di foto.



Buona idea. Sarebbe interessante valutare analogie e differenze con gli stilemi Europei, avviando così una sorta di confronto inter-culturale.
Ovviamente conto molto nell'apporto di Janus...
Go to Top of Page
Page: of 2  Topic Next Topic  
Next Page
 Nuova Discussione  Rispondi
 Stampa
Vai A:
VILLAGGIO MEDIEVALE © VILLAGGIO MEDIEVALE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Forum Medioevo , Arte e Architettura Medievale, Ricostruzione Storica, Medioevo Italiano, Araldica Medievale, Turismo medievale