VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE
VILLAGGIO MEDIEVALE | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Iscritti | Ricerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 FORUM VILLAGGIO MEDIEVALE
 ARTE, ARCHITETTURA E LETTERATURA
 ARTE E ARCHITETTURA
 La taverna nel medioevo [indice 06.0]
 Nuova Discussione  Rispondi
 Stampa
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

dedo
Visitatore

8 Posts

Posted - 04/02/2008 :  17:39:27  Show Profile  Reply with Quote
Ciao a tutti,
qualcuno di voi può aiutarmi su un problema che mi sta facendo scervellare?

Sto progettando un pub che dovrà essere in stile medievale.
Non volendo fare il solito rifacimento finto come una moneta da 3 euro, vorrei documentarmi in maniera seria sull'argomento per riuscire (spero ) a fare un progetto con la P maiuscola!!!

Avete dei testi da consigliare, luoghi da visitare ecc ecc ecc?

Grazie

carla
Amministratore

2197 Posts

Posted - 04/02/2008 :  17:42:49  Show Profile  Visit carla's Homepage  Reply with Quote
Mi viene in mente qualcosa sulla "ristorazione" medievale nella "Storia dell'alimentazione" di Montanari e Flandrin, Laterza, ma dovrei controllare. Però era più sulla funzione di questi luoghi, non parlava di architettura. Dammi un po' di tempo, devo razzolare a casa...
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3080 Posts

Posted - 04/02/2008 :  18:49:04  Show Profile  Reply with Quote
HANS CONRAD PEYER, Viaggiare nel Medioevo. Dall’ospitalità alla locanda, Laterza, Roma-Bari 1990 (I)
in particolare Parte III, cap. VII «Aspetto interno ed esterno delle locande», pp 276-284.
Forse può interessare anche cap. III «Nomi e insegne delle locande» pp. 245-251

Tuttavia la descrizione di suppellettili è essenziale.
Compensa il robusto apparato critico con puntuale rinvio a fonti.
Rara la bibliografia in lingua italiana.

Alla taverna è dedicato in specifico Parte II, cap. IV «Le taverne» pp 87-124, ma con trattazione principalmente giuridico-istituzionale

Estensivamente il saggio tratta della evoluzione delle forme di ospitalità dal primitivo aspetto sacrale alla successiva istituzionalizzazione in un arco di tempo esteso dall’Alto al Basso Medioevo.

Altre indicazioni bibliografiche potenzialmente utili in
http://www.villaggiomedievale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=609
in particolare Verdon e Flandrin – Montanari (già citato da Carla)

Postilla
Celebre scena di taverna (esito emetico compreso)
British Library, Add. 27695, f.14
http://www.imagesonline.bl.uk/results.asp?image=002561&imagex=1&searchnum=0003


Edited by - ScriptaVana on 04/02/2008 22:30:48
Go to Top of Page

Bartolo
Amministratore

Italy
2943 Posts

Posted - 04/02/2008 :  22:31:47  Show Profile  Visit Bartolo's Homepage  Click to see Bartolo's MSN Messenger address  Reply with Quote
Sempre JEAN VERDON dedica un brevissimo paragrafo alle taverne della Francia medievale in:

La notte nel Medioevo (titolo originale: "La nuit au Moyen Age"), Baldini&Castoldi, Milano, 2000, p. 183-184:

"(omissis) le taverne hanno molto successo in un'epoca in cui, secondo Guillebert de Metz, Parigi ne conta più di quattromila. Si trovano soprattutto alle porte della città, a Grève, alle Halles, in place Baudoyer, in rue Saint-Jacques..., e si riconoscono dal ramo di frasche e principalmente dal cerchio sull'insegna [n.d.r, la sottolineatura è di chi scrive].
Le taverne sono uno dei principali luoghi di vita sociale per gli uomini che le frequentano, anche la sera. Nel 1350 un'ordinanza proibisce ai tavernieri di lasciar entrare i clienti dopo il coprifuoco delle campane di Notre-Dame; ma i testi dell'epoca parlano spessissimo di grandi bevute e di giochi notturni interrotti dalle guardie di ronda. Il fatto è che agli artigiani, dopo una giornata di lavoro, piace passare un po' di tempo nelle taverne - col rischio di ubriacarsi e di subire i rimproveri della moglie una volta tornati al tetto coniugale.
Per i giovani che non hanno una moglie ad accoglierli a casa - anche in maniera sgarbata - la taverna ha molte attrattive. Un chierico, frequentatore di questi luoghi, ne enumera le comodità:

Avete fame? Potrete mangiare
avete sete? Potrete bere;
avete freddo? Vi riscalderete;
avete caldo? Vi rinfrescherete.
Nelle taverne, per farla breve,
troverete da mangiare e da bere,
pane, vino, fuoco e buon riposo,
rimestare di bottiglie e di boccali,
di tazze d'argento e vasellame,
e chi se ne va, barcolla,
e a volte ci si sente tanto felici
che le lacrime salgono agli occhi
più grandi di semi di pere.
Ma, infatti, non è altro che bere!"


Per dare colore al tema, sarebbe buona cosa rintracciare un altro po' di iconografia "ad hoc"... Chi vuole cimentarsi?
Go to Top of Page

il buon Templare
Abitante

Italy
513 Posts

Posted - 05/02/2008 :  12:29:17  Show Profile  Visit il buon Templare's Homepage  Click to see il buon Templare's MSN Messenger address  Reply with Quote
Scriptavana siete una bomba....meglio di Wikipedia.
Mannaggia, il custode dell'Ambrosiana.
Go to Top of Page

dedo
Visitatore

8 Posts

Posted - 05/02/2008 :  12:51:02  Show Profile  Reply with Quote
Beh, grazie mille!!!
Ha ragione il buon templare, siete meglio di Wikipedia!!!!
Mi metto subito in cerca di questi testi, grazie ancora..
Se vi viene in mente altro sono qui come un assetato al fonte


Ps: Ho appena deciso con il titolare del pub di far incidere la poesia del chierico di Vendon all'ingresso della taverna!! (E' bellissima!!)

Siete preziosi come il Santo Graal (ma molto più reali )

Ma esistono in Italia taverne medievali originali rimaste inalterate da poter visitare?

Edited by - dedo on 05/02/2008 13:18:08
Go to Top of Page

il buon Templare
Abitante

Italy
513 Posts

Posted - 05/02/2008 :  15:08:27  Show Profile  Visit il buon Templare's Homepage  Click to see il buon Templare's MSN Messenger address  Reply with Quote
quote:
Ma esistono in Italia taverne medievali originali rimaste inalterate da poter visitare?


Ecco il mio iniziale ironico intervento era per fomentare o incitare a questa domanda, perchè a mio giudizio poco si può trovare in giro, sebbene c'è tanto di medievale lungo lo stivale.
Poi chiedo, può essere che le taverne, eredità romana, siano diverse in Italia rispetto alla realtà medievale continentale europea?

Per cairtà non intendo che tutto debba sempre diversificarsi qui, però se si vuole un progetto con la P maiuscola proverei a pormi pure questo quesito e se riscontrassi sostanziali differenze allora sceglierei cosa fare, se non erro le citazioni (sempre incredibili) di Scripta, sono opere d'Oltralpe o?

Perchè in Italia magari le locande hanno seguito la linea di modello raomana, se così fosse allora, il buon "Alberto Angela" con "Una giornata nell'Antica Roma" al capitolo 19esimo (credo) spiega molto bene l'ambiente, certo è romana, ma se suddetta locanda, o taberna fosse tanto simile a quella antica allora meglio sempre indagare.


P.S.: come citatore non son un granchè..

Edited by - il buon Templare on 05/02/2008 15:09:43
Go to Top of Page

martel
Ospite

78 Posts

Posted - 08/02/2008 :  09:52:08  Show Profile  Reply with Quote
A Innsbruck, lungo il corso ancora conservato dall'epoca tardo medievale, esiste ancora sostanzialmente intatta una locanda quattrocentesca con architettura in legno, in cui ha soggiornato anche Mozart, per inciso.

Alll'esterno una targa ricorda la visita di Mozart, è proprio a metà circa del portico medievale affrescato, una chicca anche quella, e si trova nel cuore turistico della città, non si può sbagliare.

Innsbruck è una città piccolae se non puoi recarti là probabilmente puoi chiedere alle autorità locali se esiste una pubblicazione che illustri l'architettura della locanda, cosa probabile data la rarità di questo tipo di edificio.

Vale la pena
Go to Top of Page

dedo
Visitatore

8 Posts

Posted - 08/02/2008 :  16:03:39  Show Profile  Reply with Quote
Ti ringrazio per la dritta, mi metto subito alla ricerca...

Spero anzi di riuscire ad organizzarmi per andare di persona quanto prima!!

Nelle mie folli ricerche di questi giorni ho trovato la taverna più antica d'Inghilterra, "Ye olde trip to Jerusalem" a Nottingham datata addirittura 1189, ma ho visto qualche foto sul sito e non mi sembra proprio il prototipo di quello che romanticamente ho in testa pensando ad una taverna medievale, anche se ci sono diversi spunti interessanti.. Forse è la mia testa che non va..

Proverò a cercare quella di Innsbruck intanto..

Ps: Ho ordinato in libreria "HANS CONRAD PEYER, Viaggiare nel Medioevo. Dall’ospitalità alla locanda". Stasera lo vado a ritirare..
Go to Top of Page

Signo
Nuovo Abitante

466 Posts

Posted - 08/02/2008 :  17:15:34  Show Profile  Reply with Quote
Beh potrei suggerire il locale U Fleku a Praga, una antichissima birreria, beh, non così antica da poter vedere come era strutturata architettonicamente.... ma una bevuta, vale il viaggio Goulash e pivo .....
Go to Top of Page

Anna
Ospite

Italy
57 Posts

Posted - 10/02/2008 :  19:58:07  Show Profile  Reply with Quote
Penso che anche questi libri possano esserti d'aiuto:
"Il lavoro, la taverna, la strada. Scorci di medioevo."-Giovanni Cherubini- Liguori editore- ISBN 88-207-2642-4
In una nota si legge: "Si possono vedere tre di questi interni nel riccamente illustrato G. BOCCACCIO, Decameron, con introduzione di V. BRANCA,I-III, Firenze 1966,III;pp.787,788,791.

"Osti, avventori e malandrini. Alberghi, locande e taverne a Siena e nel suo contado ta Tre e Quattrocento" con prefazione di Giovanni Cherubuni. Maurizio Tuliani- Protagon Editori Toscani- ISBN 88-8024-093-5

"Osti e tavernieri. Il vino nella Venezia medioevale" - Vittorio Gottardo - Supernova Edizioni Srl- ISBN 88-86870-06-x
Go to Top of Page

dedo
Visitatore

8 Posts

Posted - 12/02/2008 :  14:52:28  Show Profile  Reply with Quote
Ho letto il libro di HANS CONRAD PEYER ed ho trovato poco riguardo all'architettura della taverna, il buon Hans dedica a questo aspetto solo poche righe per descriverne più che altro l'arredamento, per il resto si sofferma (come giustamente dice il titolo) sulla locanda descrivendola abbastanza dettagliatamente.
Pur non essendo quindi di grandissima utilità per la mia "bisogna" devo dire che ho trovato il testo molto interessante per la mia cultura personale, quindi va benissimo

Adesso mi dedicherò alle proposte di Anna. Anche in questo caso, mal che vada, avrò accresciuto la mia cultura che non fa mai male..

La ricerca continua!!!!
Go to Top of Page

Anna
Ospite

Italy
57 Posts

Posted - 12/02/2008 :  17:18:31  Show Profile  Reply with Quote
Mi spiace ma anche i libri che ti ho consigliato dicono poco o niente sull'architettura. L'unico riferimento è quello che ti ho indicato delle illustrazioni del Decamerone, c'è poi un riferimento ad una biccherna che ho visto e non mostra nulla riguardo l'architettura.
Sono comunque testi interessanti da consultare se intendi "gestire" una taverna.
Go to Top of Page

ScriptaVana
Amministratore

3080 Posts

Posted - 12/02/2008 :  18:15:27  Show Profile  Reply with Quote
Prova a dare un’occhiata a

Tacuina Sanitatis

BNF Latin 9333, fol. 84v
BNF Latin 9333, fol. 85
BNF Latin 9333, fol. 85v

BNF Nouvelle acquisition latine 1673, fol. 76v
BNF Nouvelle acquisition latine 1673, fol. 77

In Mandragore
(eventualmente http://www.villaggiomedievale.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=332)

BV
Go to Top of Page

il buon Templare
Abitante

Italy
513 Posts

Posted - 16/02/2008 :  14:16:10  Show Profile  Visit il buon Templare's Homepage  Click to see il buon Templare's MSN Messenger address  Reply with Quote
chissà come mai attrae tanto codesta discussione...

Comunque segnalo un'ottima taverna medievale ottimamente conservata nell'ottima ambientazione medieval-europea dell'ottimamente frammentato Sacro Romano Impero.
La birreria si trova nella splendida Bamberga, città centro perfetto dell'attuale Germania, ed ex capitale per brevissimo tempo dell'Impero Germanico al tempo dell'imperatore Enrico II, sede delle grandi persecuzioni delle streghe in Germania attorno al '500 e '600 ed infine iscritta al Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'UNESCO per il suo centro cittadino medievale ottimamente conservato e per la sua splendida cattedrale del 1237 con 4 campanili.

La taverna, o meglio, birreria anzi birrificio Schlenkerla, che risale all'epoca della Bamberga capitale, produce la caratteristica ed unica "Rauchbier".
Go to Top of Page

crycry
Visitatore

2 Posts

Posted - 16/02/2008 :  18:51:32  Show Profile  Reply with Quote
Ciao Dedo!!! mi chiamo Cristina e ti scrivo perchè ho visto che hai letto il libro di Peyer...è davvero molto interessante, però purtroppo la professoressa ha avuto la "stupenda" idea di anticiparmi l'esame a dopodomani...AAAAAHHHH!!! quindi ora sono presa dal panico perchè non riuscirò MAI a terminarlo in tempo...volevo quindi chiederti se tu mi potresti inviare un riassunto, almeno della seconda parte!!! Sei la mia ultima speranza!!! ;-) un bacio
Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 Nuova Discussione  Rispondi
 Stampa
Vai A:
VILLAGGIO MEDIEVALE © VILLAGGIO MEDIEVALE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06
Forum Medioevo , Arte e Architettura Medievale, Ricostruzione Storica, Medioevo Italiano, Araldica Medievale, Turismo medievale